Nasce il primo forum italiano per l'Ingegneria Biomedica

IngegneriaBiomedica.org presenta un progetto interamente italiano: la prima Community online di condivisione di idee per l'Ingegneria Biomedica. Unisciti a noi in questo ambizioso progetto!

Esperienze di studio nei corsi di laurea in Ingegneria Biomedica degli atenei italiani ed esteri
di Annamaria
#1118
Salve, sono un nuovo utente e avrei una domanda, spero vivamente in qualche consiglio. Devo iniziare il primo anno universitario e mi affascina molto il mondo della biomedica, tuttavia mi è stata caldamente sconsigliata una laurea in ingegneria biomedica (premetto che non ho alcuna intenzione di screditarla, riporto semplicemente ciò che mi è stato detto) in quanto si tratta di un corso di laurea molto teorico e poco pratico e poiché dal punto di vista lavorativo è molto meno spendibile come laurea rispetto ad altre lauree in ingegneria più utili ai fini della progettazione. Dunque ho deciso di intraprendere un corso di laurea in ingegneria dell'automazione, che sicuramente mi interessa, ma meno dell'ambito biomedico. L'idea sarebbe di laurearmi alla triennale in automazione e proseguire alla magistrale con robotica scegliendo tra gli esami a scelta robotica medica che è quello che davvero mi interessa; l'alternativa sarebbe quella di proseguire con una laurea magistrale in ingegneria biomedica concentrandomi sempre sull'aspetto robotico. Secondo voi qual è la scelta migliore? E' possibile lavorare in ambito di ricerca e progettazione biomedica anche con una laurea in automazione e robotica? O forse è meglio iniziare direttamente dalla triennale con ingegneria biomedica? Quale percorso secondo voi fornisce la migliore preparazione e le migliori possibilità lavorative?
Avatar utente
di Ste Pani
#1123
Ciao!
Cerco di dare una risposta un po' a tutto ma non è mai facile perché sono cose molto soggettive e mutevoli.
Annamaria ha scritto:
si tratta di un corso di laurea molto teorico e poco pratico
Sì, come praticamente tutte le altre ingegneria in Italia (da quel che so, quindi in realtà non dovrebbe cambiare tantissimo.
Le esperienze pratiche si fanno solo in alcuni laboratori e ai tirocini, esattamente come in tutte le altre ingegnerie.
Annamaria ha scritto:
dal punto di vista lavorativo è molto meno spendibile come laurea rispetto ad altre lauree in ingegneria più utili ai fini della progettazione
Questo sicuramente no, anzi in ingegneria biomedica si fa un po' di tutto, tanto che un ingegnere biomedico può compiere sia mansioni in campo industriale sia in campo dell'informazione. Per cui in realtà è molto spendibile.
Annamaria ha scritto:
E' possibile lavorare in ambito di ricerca e progettazione biomedica anche con una laurea in automazione e robotica?
In teoria sì, ho conosciuto diverse persone che non hanno mai visto nulla di biomedica che all'improvviso si sono visti dentro progetti di ricerca biomedici, per lo più però professori e dottorandi. Quindi sì, se sei molto interessata potresti ma dipende dal professore, dalla materia affrontata, dal dottorato o dall'assegno di ricerca e in alcuni casi anche dall'azienda se lo si fa fuori dall'università.
Annamaria ha scritto:
O forse è meglio iniziare direttamente dalla triennale con ingegneria biomedica?
Secondo me se si vogliono avere le basi in ingegneria biomedica è sempre meglio iniziare da ingegneria biomedica, ma dipende da persona a persona, il mio è solo un parere soggettivo.
Annamaria ha scritto:
Quale percorso secondo voi fornisce la migliore preparazione e le migliori possibilità lavorative?
Dipende da cosa si vuole fare alla fine del percorso, non c'è una risposta. Se vuoi essere preparata su tutte le tecniche biomediche è meglio biomedica, se vuoi essere preparata su controlli automatici e altro anche in ambito biomedico potrebbe essere una buona scelta anche automazione e robotica.
Dipende da te e da cosa desideri fare.
Come ho detto ingegneria biomedica ha la possibilità di lavorare sia in campo industriale sia nel campo dell'informazione, mentre automazione penso sia solo informazione (non sono esperto ma non penso abbia a che fare col ramo industriale).
Quindi se vedi che preferisci il ramo industriale sicuramente automazione non è il massimo.
E per il lavoro dipende anche qui, so che chi ha a che fare con elettronica e informatica di solito trova più opportunità, ma sia biomedica sia automazione hanno molto a che fare con questi due ambiti.
Annamaria ha scritto:
Secondo voi qual è la scelta migliore?
La verità è che non c'è una scelta migliore, non in assoluto almeno. C'è una scelta migliore per te.
Guarda bene le materie di entambe, vedi che lavori potresti svolgere e prova a puntare a quello. Sappi comunque che è sempre difficile trovare il lavoro della vita sin da subito.
Per ingegneria biomedica potrebbe aiutarti la pagina sulle professioni dell'ingegnere biomedico.

Spero di essere stato un minimo di aiuto
CTF/INGEGNERIA BIOMEDICA

Informatica fa parte dell'ingegneria biomedica, la[…]

...ti piacerebbe collaborare come moderatore ?