Nasce il primo forum italiano per l'Ingegneria Biomedica

IngegneriaBiomedica.org presenta un progetto interamente italiano: la prima Community online di condivisione di idee per l'Ingegneria Biomedica. Unisciti a noi in questo ambizioso progetto!

Sezione riservata alla presentazione per i nuovi utenti. Raccontateci di voi, incuriositeci!
di Elisa97
#782
Salve a tutti ragazzi!

Sono una studentessa della Federico II di Napoli e mi accingo a concludere il mio percorso di studi triennale... nulla da dire sulla qualità dell’insegnamento di questo ateneo. Devo ora però decidere in che ateneo proseguire il mio percorso di studi magistrale... Qui a Napoli dal 2018 sono attivi 4 nuovi percorsi tra cui, quello che più mi affascina, è Biorobotica e Bionica. Essendo però un percorso attivo da poco tempo non ho avuto modo di confrontarmi con altre persone che magari lo avevano già sperimentato... Per cui chiedo se fra di voi c’è qualcuno che lo sta frequentando e sa darmi più informazioni sulla qualità dello stesso: reputate sia soddisfacente oppure è il caso di prendere il considerazione il politecnico di Torino?
In quest’ultimo, il percorso che più mi affascina è Biomeccanica... So che per chi proviene da altri atenei spesso ci sono integrazioni da fare (circa 6 nel mio caso)... Qualcuno di voi sa spiegarmi bene come funziona? Cosa ne pensate del percorso di Biomeccanica? È molto difficile?

Grazie mille a tutti in anticipo! 🙏🏻 In una fase così delicata ho davvero bisogno di più informazioni e di un confronto con chi ne sa più di me!
Avatar utente
di Ste Pani
#783
Ciao!
In parte qualcuno ha fatto una domanda simile qui viewtopic.php?f=9&t=225

Io ho frequentato la magistrale in biomeccanica al PoliTo partendo da una triennale in un altro ateneo.
So che per chi proviene da altri atenei spesso ci sono integrazioni da fare (circa 6 nel mio caso)... Qualcuno di voi sa spiegarmi bene come funziona?
Esattamente, in pratica anziché darti un certo numero di esami a scelta, alcuni di questi esami a scelta diventano esami obbligatori da recuperare.
Quando ho iniziato io, a quelli di Napoli facevano recuperare Bioingegneria Elettronica e Sicurezza, Dispositivi Impiantabili Attivi/Bioimmagini, Bioingegneria Chimica/Meccanica (tutti della triennale) e non potevano fare Elaborazione di Segnali Biomedici (della magistrale). Non so se sia ancora così anche per i nuovi arrivi.
Comunque, in sostanza ogni anno a settembre devi scegliere il tuo percorso di studio per quell'anno e ti metti gli esami da dare fra quelli obbligatori e quelli a scelta. Non puoi cambiare il tuo percorso di studi annuale dopo aver confermato a meno che non ci siano stati dei problemi.
Non è una procedura difficile.
Cosa ne pensate del percorso di Biomeccanica? È molto difficile?
Beh, non credo che esistano corsi di laure in ingegneria biomedica che siano del tutto semplici. Più che altro ci sono alcune materie che in molti trovano pesanti (tipo Meccanica dei Solidi o Biomeccanica Sperimentale). Come difficoltà delle materie io non li ho visti troppo pesanti ma è soggettivo.
Quel che semmai complica tutto è l'organizzazione. E questi sono i lati negativi del PoliTo:
Ad esempio la sessione di esame dura meno di un mese e mezzo per semestre e si possono dare solo 4 appelli per materia all'anno (due nel semestre dell'esame, uno nell'altro semestre e uno a settembre).
Non di rado capita anche che alcuni professori non vogliano che gli alunni rifiutino il voto se sopra il 18.
Non ci sono preappelli fuori dalla sessione esami.
Alcune volte mi è capitato che alcuni esami dello stesso semestre fossero uno il giorno dopo dell'altro o addirittura lo stesso giorno, uno la mattina e l'altro il pomeriggio.
Mi è capitoato inoltre di avere un giorno della settimana quasi scarico (due ore di lezione) e quello successivo strapieno (9 ore di lezione senza pausa pranzo).
Raramente (per fortuna) mi è capitato di seguire delle lezioni seduto per terra perché l'aula era troppo piccola per tutti.
Come avrai intuito, l'organizzazione del PoliTo non mi è piaciuta affatto.

Ha però anche lati positivi!
Ad esempio ha molti contatti con le aziende per fare tesi e tirocini e per il lavoro futuro (di solito entro un anno dalla laurea tutti hanno trovato un lavoro).
Ci sono tanti laboratori (in realtà da studente ne vedrai pochi ma da dottornado c'è una vita da laboratorio molto più ampia).
Il Politecnico è enorme (all'inizio ti ci puoi perdere facilmente) e ci sono tanti servizi interni (alcuni bar, mensa, aule studio, servizio bancomat, posti ricreativi, un coro studentesco, ecc...).
Ha un'app in cui puoi vedere come procede la tua carriera, in cui puoi visualizzare le mail o i messaggi dei professori e in cui puoi sapere quali aule sono libere da lezioni così da poterci andare a studiare.
Una buona quantità di corsi che si possono seguire in aula, sono anche seguibili tramite video on-line che puoi scaricare o rivedere in qualiasi momento.

Riguardo i professori, sono per lo più pretenziosi ma in generale spiegano nella media (ho conosciuto alcuni dei migliori professori che ho avuto ma anche i peggiori)

In generale Torino ha una qualità della vita decente e non costa troppo, la città ha buoni collegamenti coi mezzi pubblici ed è molto meno caotica di quanto lo siano città più grandi.

Se sei interessata, in questo forum ci sono qua e là altre informazioni sul Politecnico di Torino.
Per altre domande chiedi pure ;)

grazie mille!

Mi presento! :D

Salve a tutti! :D Sono Mattia, ho 21 anni e ad ot[…]

Spin off universitario

Grazie per aver risposto. Riguardo alla fattibilit[…]

Anche io vorrei avere informazioni su Padova.. spe[…]

...ti piacerebbe collaborare come moderatore ?