Nasce il primo forum italiano per l'Ingegneria Biomedica

IngegneriaBiomedica.org presenta un progetto interamente italiano: la prima Community online di condivisione di idee per l'Ingegneria Biomedica. Unisciti a noi in questo ambizioso progetto!

Esperienze di studio nei corsi di laurea in Ingegneria Biomedica degli atenei italiani ed esteri
di francesco.17
#1189
Ciao sto scegliendo di intrapendere il corso in ingegneria biomedica a roma. Sono indirizzato per ingegneria medica a tor vergata oppure ingegneria clinica alla sapienza.
forse è un pò presto per pensarci ma dopo vorrei spostarmi sull'ambito dell'ingegneria della riabilitazione e sport e per ora ho visto che la sapienza ha questo indirizzo.
Se qualcuno ha fatto questo tiopo di percorso mi può consigliare,sia su quale delle due da prendere, quali sono le grandi differenze e se per ingegneira dello sport e riabilitazione ci sono in altre univesità.
Grazie in anticipo
Avatar utente
di Ste Pani
#1191
Ciao!
di per sé l'ingegnere clinico si occupa della gestione delle apparecchiature mediche nei centri sanitari e ospedalieri e in parte anche alla fomazione del personale sanitario riguardo le apparecchiature (qualche informazione in più la trovi qui).
In realtà comunque la triennale alla Sapienza è equiparabile ad altre lauree in ingegneria biomedica, con forse un occhio più puntato sui macchinari rispetto ad esempio alle protesi.

La laurea in ingegneria medica presso Tor Vergata ha un grande stampo medico, maggiore rispetto alle altre università.
Una persona che ho conosciuto che ha studiato lì l'ha trovato un po' dispersivo nel senso che si studiano tante materie diverse fra meccanica, elettronica e altre a carattere medico ma non ha trovato punti di contatto.
Questo in realtà dà sia risvolti negativi ma anche positivi, come ad esempio il fatto che si ha un bagaglio vario e si è più flessibili nelle materie future.

Io sinceramente, visto che il tuo obbiettivo è la specialistica della Sapienza, non vedo motivi per cui tu non debba scegliere la triennale proprio alla Sapienza.
In questo modo eviti possibili materie di recupero fra un'università e l'altra e probabilmente vai più spedito.
Oltretutto la sola triennale normalmente ha poco potere rispetto alla magistrale, per cui (quasi) una vale l'altra se poi continuerai con gli studi.
Per decidere dove studiare puoi prendere in considerazione anche altri aspetti come ad esempio com'è fatta la sede, il sito internet, quanto la sede è facile da raggiungere, quali esami della triennale ti sembrano più interessanti per il tuo scopo e quanti crediti hanno, quante tasse devi pagare, vicinanza con la mensa, eccetera. Cose marginali ma che possono aiutare con la scelta.

Spero di aver dato una mano!

...ti piacerebbe collaborare come moderatore ?