Nasce il primo forum italiano per l'Ingegneria Biomedica

IngegneriaBiomedica.org presenta un progetto interamente italiano: la prima Community online di condivisione di idee per l'Ingegneria Biomedica. Unisciti a noi in questo ambizioso progetto!

Forum di discussione per tutti i topics dell'area Tessuti ed Organi Artificiali.
#1079
Salve a tutti. Sono Vittorio Di Cunzolo, papà di un bimbo di 4 anni affetto da atresia dell'esofago di III° tipo. Nei primi mesi di vita il piccolo ha ricevuto due interventi per ricongiungere il suo esofago. Tuttavia il moncone inferiore non ha retto alla trazione prevista per l'allungamento e quindi si è proceduti ad una esofagostomia cervicale. Il piccolo ha poi ricevuto un nuovo intervento chirurgico a distanza di un anno con esito positivo dopo diversi allungamenti del moncone superiore. Tuttavia al settimo giorno di sedazione una parte dei punti di sutura ha ceduto procurando una fistola che non si è mai più richiusa. Il problema di questa non chiusura è relativo al fatto che le infezioni batteriche post operatorie e i continui passaggi chirurgici per arrivare all'esofago hanno creato una sorta di caverna adiacente che, non premendo sul tessuto, non permettono che quest'ultimo possa rimarginarsi. Siccome siamo contrari alla sostituzione in toto del suo esofago, perché quest'ultimo è in buono stato e perché la fistola risulta essere di piccolissime dimensioni, ci chiedevamo se potessimo metterci in contatto con qualche medico che potrebbe optare alla riparazione dell'esofago attraverso il suo stesso tessuto. Storia complicata ma che al momento non porta grosse difficoltà al piccolo se non il fatto che debba ancora alimentarsi per sondino gastrico. Attendo! Grazie mille a chi vorrà contribuire.
#1084
Buongiorno,
mi spiace tanto per l'accaduto.
Ho consultato il resto del nostro staff ma purtroppo nessuno di noi conosce medici o chirurghi specializzati in tale ambito e in realtà noi non offriamo servizi di consulenza medica.

Il consiglio che possiamo dare è quello di rivolgersi direttamente, se non lo ha ancora fatto, a strutture medico-ospedaliere pediatriche specializzate. Una nostra autrice ad esempio ne ha citato tre: Regina Margherita di Torino, Bambino Gesù di Roma e Gaslini di Genova. Sono sicuro che però ne esistono altre in Italia.

Auguriamo a suo figlio una pronta guarigione e ci dispiace di non poter essere ulteriormente utili in questa circostanza.

Ciao Leo, Io non sono una esperta di sistemi di ri[…]

Dubbi post laurea

Buongiorno. Da quel che ho constatato io, al di fu[…]

Buonasera, a mio parere bisognerebbe studiare quel[…]

...ti piacerebbe collaborare come moderatore ?