Nasce il primo forum italiano per l'Ingegneria Biomedica

IngegneriaBiomedica.org presenta un progetto interamente italiano: la prima Community online di condivisione di idee per l'Ingegneria Biomedica. Unisciti a noi in questo ambizioso progetto!

Esperienze di studio nei corsi di laurea in Ingegneria Biomedica degli atenei italiani ed esteri
di Sebastian
#547
ingegneria biomedica è un corso di laurea adatto per diventare un ricercatore nell'ambito medico-farmaceutico? Ho questo dubbio del quale non riesco a venire a capo perchè gli studenti di biotecnologie mi dicono che è più adatto il loro corso ma i laureati in biotecnologie già inseriti nel mondo del lavoro ritengono che sia meglio studiare ingegneria biomedica a tale scopo; invece gli studenti di ingegneria biomedica mi sconsigliano il loro corso perchè non ha abbastanza biologia per prepararmi a quel tipo di ricerca.
di Sebastian
#548
Questo dubbio mi era venuto un po' di tempo fa e ora l'ho risolto. Entrambi i corsi sono adatti, biotecnologie è più mirato alla ricerca farmaceutica e ingegneria biomedica agli altri tipi di ricerca medica. In ogni caso, per quanto ciò che davvero importa sia la persona e non la laurea, ingegneria biomedica offre una maggiore sicurezza nella ricerca di un lavoro sia per quantità che per qualità
Avatar utente
di Emilio Andreozzi
#549
Ciao Sebastian :)

In effetti il corso di laurea in Biotecnologie fornisce sicuramente delle basi più solide in chimica e in biologia, ma dall'altro lato è anche vero che il settore delle Biotecnologie, specialmente in Italia, soffre molto sotto l'aspetto delle opportunità di occupazione, che non è mica una cosa da poco!

Anche il settore dell'Ingegneria Biomedica non è che se la passi benissimo in Italia, ma bisogna riconoscere che, rientrando nell'ambito delle Lauree in Ingegneria dell'Informazione, consente di accedere a diversi rami del settore ICT (Information and Communication Technology), "garantendo" quindi diverse alternative per trovare un'occupazione.

Il settore scientifico-disciplinare dell'Ingegneria Biomedica che ti consentirebbe di lavorare nell'ambito che ti interessa è quello della Bioingegneria Industriale (ING-IND/34), che presenta diversi percorsi riguardanti le Applicazioni Biomediche dell'Ingegneria Chimica, in cui si studiano anche diverse tecniche per la produzione di farmaci con determinate proprietà chimico-fisiche. Nel tuo percorso di laurea in Ingegneria Biomedica potresti quindi cercare, dove ti è possibile, di scegliere esami di questo settore scientifico-disciplinare, in modo da garantirti una preparazione adeguata su queste tematiche! ;)

Nella speranza che il mio commento possa esserti in qualche modo utile, ti ringrazio per aver condiviso i tuoi dubbi e le tue riflessioni con la Community Italiana di Ingegneria Biomedica: il tuo contributo, come quello di tutti i membri della community che ti hanno preceduto e di coloro che decideranno in futuro di entrare a farne parte, è prezioso, perché fornisce nuovi di riflessione ed arricchisce il bagaglio di esperienze e di discussioni che ci siamo proposti di raccogliere qui nel Primo Forum Italiano per l'Ingegneria Biomedica! :D

Buona permanenza sul forum e in bocca al lupo per il tuo percorso accademico :)
di serena
#561
Buona sera a tutti! Mi sono appena iscritta a questo forum dopo aver letto una discussione interessante sui pro e i contro dell'ingegneria biomedica in Italia. E' da un po' che cerco notizie su questa facoltà e finalmente mi sembra di aver trovato il posto giusto dove avere un po' di informazioni e consigli per scegliere al meglio. Sono una studentessa liceale del quinto anno molto confusa sulla scelta universitaria . Studio allo scientifico scienze applicate, dove di "scienze applicate" non si è mai visto nulla, a parte qualche misero problemino in linguaggio C. Fino ad alcuni mesi fa pensavo di orientarmi verso CTF ma poi ho capito che mi piacerebbe studiare un corso come ingegneria biomedica. Da quello che ho letto e sentito in rete però non offre né competenze né di conseguenza l'opportunità di lavorare nel vero campo della biomedica. A questo punto penserei alle facoltà di ingegneria elettronica e di ingegneria informatica, anche se quest'ultima non mi affascina molto. Il timore di scegliere un corso troppo incerto in future opportunità lavorative si somma al non riuscire bene a capire di cosa davvero si occupano queste tre figure professionali. Per non farla troppo lunga spero che possiate chiarire qualche dubbio riguardo ciò, darmi qualche consiglio su come iniziare ad affacciarmi su discipline come l'elettronica per vedere quanto mi possano piacere, magari leggendo qualche libro. Ho iniziato a pensare a ingegneria biomedica perché mi interessa il mondo delle protesi, ma anche la robotica, ma di fatto non so nemmeno quali altre facoltà sono legate a questi studi. Aggiungo che dovrò frequentare l'università degli studi di Salerno oppure la Federico II a Napoli.
Biomeccanica Polito

Ciao :) Innanzitutto grazie mille per le risposte […]

Si sono soddisfatto perché le mie alternati[…]

Ciao. Beh dal mio punto di vista dovresti cercare […]

Ciao. a livello lavorativo per il quale si dice c[…]

...ti piacerebbe collaborare come moderatore ?